I nostri video su youtube

I Nostri Social

I Nostri Partner

Prato 

Le manifatture e l’industria del tessile hanno predominato nell’immagine di Prato. Anche oggi l’indotto tessile rimane un elemento importante di questa città – lo dimostra anche il bellissimo musei del tessuto. Negli ultimi anni Prato ha comunque riscoperto e valorizzato le sue bellezze architettoniche e culturali e pertanto è diventata anche meta turistica interessante.

Ma la presentazione di Prato nel nostro sito intende andare al di là dell'aspetto puramente turistico presentando il comune gemellato e la sua cittadinanza, la vita reale da esplorare.

A differenza delle altre città di rilievo della Toscana come soprattutto Firenze, Pisa o Siena, la nostra Prato non ha avuto un passato di sviluppo indipedente e libero e lo dimostrano anche dimensioni limitate del centro storico. La vera "esplosione" sia economica che demografica è iniziata alla metà dell' ottocento quando Prato aveva ca. 30.000 abitanti. Oggi ne conta 200.000 ed è la seconda città della Toscana e la terza del centro Italia dopo Roma e Firenze.

Il fatto che Prato sia cresciuta in un periodo piuttosto moderno ed industriale caratterizza la cittá come fortemente - attiva, frenetica, rumorosa, ma anche alla moda, multietnica e aperta al futuro. Non senza ragione ospita l'importante Centro di Arte Contemporanea Luigi Pecci.

La nostra intenzione è di fare crescere questa raccolta di presentazioni, impressioni e suggerimenti da parte di giovani che vivono la loro città guardando verso un futuro tutto da sviluppare.

Pensiamo che per questi ragazzi il contatto amichevole con la città gemellata con la sua cultura nettamente diversa fornisca impulsi importanti per maturare le capacità che servono per conformare il loro futuro.

Le pagine relative a Prato sono state realizzate in collaborazione con studenti degli istituti superiori Dagomari, Cicognini, Copernico, Datini, Gramsci-Keynes e Rodari. La realizzazione grafica nasce da una collaborazione con l' IPSIA Marconi di Prato. I nostri ringraziamenti vanno non solo agli studenti, ma anche alle direzioni scolastiche e agli insegnanti che hanno contribuito a realizzare queste pagine.

Inoltre ringraziamo l'assesorato al turismo per la messa a disposizione di informazioni, foto e video.